Chia 2017

28/11/2016

CORSO BAIRD IL 15/6 A CHIA: RAPPORTO CON PAZIENTI ODONTOIATRICI CRESCE CON IL DIGITALE


 


La British Academy of Implant and Restorative Dentistry (BAIRD) è uno dei colossi della formazione, e non solo degli Odontoiatri, nel Regno Unito e anche fuori. Tale è la sua portata internazionale che a dirigerla è stato chiamato Marco Esposito professore associato di biomateriali a Goteborg ma italiano (si è laureato a Pavia nel 1990). Proprio Esposito sarà tra i protagonisti del corso precongressuale il 15 giugno alla vigilia del 9° Congresso Internazionale dell’Associazione Italiana Odontoiatri, evento in programma a Chia Laguna, Cagliari, da venerdì 15/6 a domenica 17/6 il prossimo anno.


Nel corso BAIRD, che ha al centro l’estetica del sorriso e l’implantologia – ma in una giornata si focalizza su tutti gli interventi guidati da strumentazione digitale – ci saranno esperti internazionali come l’americano Anas Aloum e il messicano Enrnesto Enrique Diaz Guzman. La lettura del californiano Aloum, dell’American College of Prosthodontics, si sofferma sulle nuove tecniche per le ricostruzioni a vite riqualificate, per ottenere restauri durevoli, di bell’aspetto e facile manutenzione. Andrea ed Alessandro Agnini degli omonimi studi tra Modena e Sassuolo, implantologi, illustrano il ruolo delle tecnologie digitali nel prendersi cura del paziente e come l’avvento di dette tecnologie abbia comportato una rivoluzione non solo nel rapporto con il paziente, ma anche nei materiali utilizzati, con risultati migliori rispetto al passato. Andrea Agnini è per inciso anche autore del libro “Digital Dental Revolution: The Learning Curve” edito da Quintessenza. http://www.studioagnini.it/la-rivoluzione-digitale/


Un consistente approfondimento è rivolto al “Digital Smile”, concetto ripreso sia dal messicano Diaz Guzman sia dall’italiano Simone Vaccari dell’European Society of Cosmetic Dentistry. Il primo riporta esperienze di utilizzo dell’approccio interdisciplinare al “sorriso digitale” e di fotografia dentale, spiegando come le tecnologie possano ovviare ai deficit di comunicazione tra operatori e paziente, e parla dell’uso di prototipi in protesica ed implantologia. Vaccari spiega come i software di comune impiego possano pianificare e risolvere rapidamente casi clinici ed estetici. Un esempio? Le tecniche diagnostiche fin qui utilizzate dagli odontotecnici con ceratura sono sostituite da tecniche digitalizzate che in pochi minuti valutano elementi dentari e tessuti circostanti e trasmettono al tecnico un risultato visto e condiviso con il paziente.


Più orientato alla soluzione di specifiche patologie è l’intervento di Esposito sul trattamento della mandibola atrofica che mette a confronto impianti corti e più lunghi nell’osso aumentato e relativi risultati. E ancora, Francesco Mangano, ricercatore alla Dental School dell’Università di Varese e Guest Editor dell’International Journal of Dentistry illustra l’Odontoiatria Digitale Totale tra Tomografia CONE BEAM e cad cam per le fabbricazioni di elementi e protesi 3D e, introducendo il concetto di Digital Workfow nelle moderne cliniche del dentale, spiega come le nuove tecnologie stanno cambiando il modo di porsi dell’odontoiatra.


Per iscriversi ai corsi precongressuali si paga euro 150 più Iva se ci si iscrive entro il 15 dicembre, la cifra scende ad euro 100 più Iva per gli iscritti alle associazioni partner di AIO come SIE, SIDO, SIDOC, SUMAI, AISI, Amici di Brugg, Cenacolo Odontoiatrico, SIDT, SISMO, SIOI, DDS, AIC, mentre gli iscritti AIO non versano IVA. Chi intendesse fruire del pacchetto completo Pre-Congresso più Congresso (tre giorni), con sconto per i soci dei Partner, iscrivendosi entro il 15 dicembre 2016 a un prezzo complessivo spende solo euro 200 più Iva, poi saranno 300 euro. L’iscrizione è gratuita per gli studenti iscriAdatti ad AISO e appartenenti ad associazioni internazionali EDSA e IADS. Tutti i simposi e seminari consentono di conseguire crediti Ecm nonché crediti  ADA-Cerp spendibili Oltreoceano. Per ottenere vantaggi economici ulteriori consigliamo di prenotare subito il soggiorno consultando preventivamente il link http://congress.aio.it/location.php Più avanti si va più i prezzi, anche per lo spostamento verso e dalla Sardegna aumenteranno.