News

28/12/2015

AIO: LEGGE STABILITA’ EQUIPARA PROFESSIONISTI E IMPRESE, ACCESSO PIU' SEMPLICE AI FONDI UE


 


Con la legge di stabilità approvata stasera in Senato (162 i “sì”) diventano accessibili agli Odontoiatri e ai Medici i finanziamenti dei fondi europei strutturali Fse e Fesr fin qui destinati solo ad aiutare piccole e medie imprese, ad esempio negli investimenti strumentali, strutturali e sul personale. Non è facile trovare negli oltre mille commi dell’ultima stesura il numero 474, ma è importantissimo perché – contrariamente a quanto ventilato alcune settimane fa – include gli esercenti la professione medica, oltre ad ingegneri notai architetti e commercialisti tra i potenziali beneficiari delle risorse messe a disposizione dal Fondo Sociale Europeo-Fse e dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale-Fesr nell’ambito dei Piani operativi nazionali e regionali.


Indipendentemente dalla forma giuridica che rivestono, i professionisti sono citati nelle raccomandazioni Ue e nell’Action Plan for Entrepreneurship tra i destinatari dei fondi Ue dell’Unione Europea stanziati tra 2014 e 2020. Per accedere ai finanziamenti occorrerà esercitare attività d’impresa rientranti nei campi di intervento consentiti dai medesimi Fondi. Le parole da seguire con più attenzione sono formazione, competitività, imprenditoria sociali, autoimprenditorialità. Il comma 474, ricordiamo, ha resistito ad almeno un tentativo di soppressione: il Legislatore si chiedeva se andassero considerate alla stessa stregua le professioni coperte da Ordine e quelle non coperte. Per seguire e consigliare i colleghi iscritti in merito alle opportunità sottese dall’ampliamento della normativa, Associazione Italiana Odontoiatri sta lavorando con CIFA (Confederazione Italiana delle Federazioni Autonome) e soprattutto con le rappresentanze di piccole e medie imprese per fornire aggiornamenti rapidi e puntuali in materia nell'arco del 2016.