FNOMCeO

31/10/2005

Abusivi, confisca dei beni e reclusione

Pene piu' severe per chi esercita abusivamente la professione, per esempio chi si 'finge' dentista. Lo prevede uno dei due emendamenti alla Finanziaria che, se approvati, garantiranno odontoiatri e pazienti. Lo sottolinea Giuseppe Renzo, presidente della Commissione nazionale per gli odontoiatri della Federazione degli Ordini dei medici.


Presentato dalla senatrice Rossana Boldi (Lega), l'emendamento modifica l'articolo 348 del Codice penale che punisce l'esercizio abusivo della professione. Introduce la confisca dei beni e la reclusione sino a dodici anni "se l'imperizia o negligenza di chi esercita in modo abusivo la professione causano una lesione o il decesso della persona". L'abusivismo, ricorda Renzo, e' "una vera e propria piaga se si considera che circa un terzo di chi esercita la professione, in realt