L'Associazione

26/02/2014

PREVENZIONE, TUTELA DEI DEBOLI, PERMANENZA DEL MINISTERO, TRE RAGIONI PER CONGRATULARSI CON LORENZIN


 


In qualità di presidente dell’Associazione Italiana Odontoiatri, e a nome degli 8 mila iscritti del nostro sindacato, mi congratulo con il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin per la riconferma, che in quanto professionisti della sanità ci rassicura per tre motivi. Primo osserviamo come a Lorenzin stia a cuore una visione lungimirante della prevenzione, attenta alle fasce deboli, in merito alla cui tutela AIO ha iniziato a intavolare un discorso con il Ministro già da un anno. In secondo luogo, apprezziamo il lavoro svolto dal ministro a tutela del servizio sanitario nazionale in occasione del dibattito sull’ultima legge di stabilità: se si deve dare forza alla prevenzione non si può indebolire il finanziamento al territorio che a sua volta è premessa per potenziare la collaborazione tra professionisti della salute convenzionati e la rete di professionisti privati che coprono il fabbisogno di cure odontoiatriche dei pazienti. In terzo luogo, il fatto stesso che sia stato confermato il Ministero della Salute suona conferma del buon lavoro svolto dal Ministro come garante dei livelli essenziali di assistenza in un’Italia che ha sofferto la crisi in modo durissimo ma ha comprensibilmente dovuto affrontarla … a tante velocità, tante quante le regioni.


Associazione Italiana Odontoiatri chiede ora un incontro in tempi brevi al Ministro per valutare la realizzabilità di progetti di prevenzione a breve e medio periodo che pur preservando il modello di studio dentistico italiano – l’unico in grado di contemperare qualità e vantaggi di un rapporto fiduciario duraturo – accresca le possibilità di accesso. Non deve mai più succedere che una persona con un ascesso dentale grave non pensi al dentista sotto casa come a un’opzione di cura “naturale”, immaginando di non poterselo permettere. Noi siamo pronti come sempre a fare la nostra parte a cominciare dal 20 marzo prossimo, World Oral Health Day. E auspichiamo un Ministero forte al fianco delle nostre iniziative.


Pierluigi Delogu


Presidente Associazione Italiana Odo