Caricamento Eventi

Luogo

Plaza Hotel Catania
Viale R. Di Lauria,43 95121 Catania (CT)

Organizzatore

AIO CATANIA
7 Crediti ECM
  • Questo evento è passato.

ABSTRACT

Le ricostruzioni protesiche su impianti possono essere ritenute sia tramite cementazione che tramite avvitamento. La scelta dell’opzione terapeutica nasce da alcuni aspetti fondamentali relativi alla occlusione, al carico, alla passivazione della struttura ed alla estetica, fattori tutti legati al posizionamento tridimensionale dell’impianto nell’osso e relativa successiva presenza dei fori d’accesso delle viti passanti di ritenzione protesica. Inoltre la facilità di rimozione dei manufatti protesici in caso di complicanze tecniche gioca un ruolo fondamentale nella selezione della tipologia di ricostruzione. Dall’introduzione del Toronto Bridge ad oggi nuovi protocolli terapeutici sono stati introdotti e sopratutto il miglioramento della componentistica dal punto di vista merceologico ha ottimizzato i risultati protesici negli anni. Scopo
di questo incontro è valutare come è cambiata la stabilità del giunto protesico negli anni alla luce di una osteointegrazione ormai divenuto un fenomeno scientifico e clinico predicibile.

PROGRAMMA

09.00 – 09.30 saluti delle autorità
09.30-11.30 La protesi avvitata su impianti
Perché optare per la protesi avvitata.
Protesi cementata verso protesi avvitata
Come si differenziano le varie connessioni:
Da dove siamo partiti?
Connessioni esterne e connessioni interne.
Evoluzione e letteratura
Le connessioni coniche: sono tutte uguali?
L’inclinazione dell’asse del cono cosa comporta clinicamente?
Quali sono le reali differenze ed il loro impatto sull’aspetto clinico?
Biomeccanica
Parti meccaniche , metrologia e precisione.
11.30-11.45 Coffee break
11.45-13.00 Il concetto di precarico.
Meccanica delle viti.
Come si avvitano le viti di connessione in implantoprotesi: drivers, chiavi dinamometriche,
avvitatori elettronici pro e contro.
Perché si svita una vite di connessione protesica?
I fattori da controllare.
Edentulia totale ed edentulia parziale.
Il profilo di emergenza: come progettarlo, se e come rispettarlo.
La selezione del pilastro: preformato in titanio o per sovra fusione?
Sistemi ad incollaggio.
Protocollo di incollaggio.
13.00 – 13.45 Lunch
13.45-15.30 Biomeccanica delle strutture non passive.
Tests per la passivazione delle travate.
Metalli fusi verso metalli CAD-CAM.
La scelta delle leghe e loro biocompatibilità
Cilindri Trans epiteliali classificazione ed utilizzazione.
La presenza del foro d’accesso della vite come modificarlo??
Protesi avvitata con microviti.
Inclinazione dell’asse di inserzione del tragitto della vite.
Diverse sistematiche
Occlusione in protesi su impianti.
Lo schema occlusale, la guida anteriore e le disclusioni.
Come controllare l’occlusione.
Metodiche qualitative carta, pellicole di articolazione e shimstock.
15.30-16.00 Domande e valutazione Ecm

CV

PRISCO ROSARIO

Il Dott. R. Prisco si è laureato in Medicina e Chirurgia presso la S.U.N., con il massimo dei voti, nel 1989 e si è poi specializzato in Odontostomatologia, con il massimo dei voti, presso la Federico II.
Ha conseguito la Specializzazione in Protesi Dentaria presso la Boston University, Boston, U.S.A. nel 1996 (Certificate of Advanced Graduate Study)
E’ socio attivo della Società  Italiana di Implantologia Osseointegrata.
E’ Socio della Alumni della Boston University in Italia (B.U.I.A.). La sua pratica è limitata alla Protesi Dentaria ed alla Fisiopatologia della masticazione.
E’ Professore a contratto di Protesi Fissa presso il Corso di laurea in Odontoiatria della Università  degli Studi di Foggia.

Maggiori informazioni sull'evento

Utilizza il form sottostante per richiedere maggiori dettagli all'organizzatore del corso.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.






Dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso l’informativa sulla privacy ai sensi del Reg. UE 2016/679 (Art. 13) e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali *

Esprimo in modo consapevole e libero il consenso al trattamento per le seguenti finalità:

Finalità 3.1
Do il consensoNego il consenso
Finalità 3.2
Do il consensoNego il consenso
Finalità 3.3
Do il consensoNego il consenso