Dalle rx endo-orali “settoriali” alle panoramiche in studio a bambini fino alla tomografia computerizzata Cone-Beam, la radiologia nell’età evolutiva è materia delicata e importantissima per la corretta gestione dei piccoli pazienti odontoiatrici, anche in studio. Oggi il Ministero della Salute mette a disposizione dell’Odontoiatra una rigorosa e dettagliata griglia delle situazioni cliniche per le quali volta per volta è indicata una diversa apparecchiatura con una diversa esposizione ai raggi x a fini diagnostici. Si tratta delle Linee guida sugli esami radiologici odontoiatrici nell’età evolutiva, approvate in questi giorni dal Consiglio Superiore di Sanità, che Associazione Italiana Odontoiatri rende consultabili “in tempo reale” su questo sito. Una produzione tanto più importante alla luce della legge 24/2017 sulla sicurezza delle cure che mette al riparo i sanitari dagli esiti di contenziosi sulla responsabilità ove si siano attenuti alle indicazioni di società scientifiche accreditate e realtà istituzionali di peso.

Della Commissione che ha elaborato il documento coordinata dalla Professoressa Laura Strohmenger dell’Università di Milano fanno parte rappresentanti di tutte le figure professionali interessate al tema: Odontoiatri, Fisici medici, Radiologi, Ingegneri, esperti qualificati, Chirurghi Maxillo-Facciali. AIO è stata rappresentata da Angelo Raffaele Sodano, past secretary, che con il Responsabile della Consulta Culturale Denis Poletto curerà la trasposizione delle linee guida in programmi formativi ad hoc per gli iscritti.

Per approrondire, qui il link ministeriale.

Contattaci

Utilizza il form sottostante per entrare in contatto con noi.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.





Dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso l’informativa sulla privacy ai sensi del Reg. UE 2016/679 (Art. 13) e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali *
Esprimo in modo consapevole e libero il consenso al trattamento per le seguenti finalità:
Finalità 3.1
Do il consensoNego il consenso
Finalità 3.2
Do il consensoNego il consenso
Finalità 3.3
Do il consensoNego il consenso