Notizie

07/11/2013

SANATORIA PER 2500 MEDICI E DENTISTI, PER AIO E´ DE PROFUNDIS DEL NUMERO CHIUSO

Come annunciato da più parti, il decreto legge istruzione cambia volto. In fase di conversione la Camera ha approvato un emendamento che offre la chance di una sanatoria a tutti gli aspiranti medici e dentisti che non avevano superato il test di ammissione dello scorso 9 settembre, ma sarebbero riusciti a inserirsi aggiungendo al punteggio ottenuto il "bonus maturità": da 1 a 10 punti legati al voto conseguito con il diploma liceale.

Quanti ingressi in più comporterà la novità? Si parla di 2000 nuovi innesti tra medicina e odontoiatria, studenti che - mentre sono iniziati i corsi - ancora non sanno se sono stati ripescati. Alcuni sindacati hanno messo in guardia sul rischio per il sistema universitario di dover coprire 2000 studenti in più. «Ma il numero degli ingressi potrebbe anche essere superiore, ho sentito parlare di 2500. In soldoni passeremo da 800 a 1000-1200 aspiranti dentisti in Italia - dice Pierluigi Delogu presidente dell´Associazione Italiana Odontoiatri - ai quali vanno aggiunti altri 600 che si laureano all´estero e tornano qui a esercitare. La pletora peggiorerà creando ulteriori rischi per la sostenibilità della professione. Abbiamo capito che in Italia non si può parlare né di numero chiuso né di numero programmato ma di un numero da barzelletta. Al posto del quale AIO si batterà in tutte le sedi per ottenere un numero programmato di ingressi ai corsi a livello continentale e non solo di Unione Europea, perché il rischio di aggiramenti dei fabbisogni comunitari resta alto, viste le chance di ottenere una laurea equiparata in paesi extracomunitari che hanno aderito al Documento di Bologna».

Mauro Miserendino