Notizie

17/06/2013

OPERATION SMILE, DENTISTI SULLA PORTAEREI CAVOUR A TARANTO CONTRO LA LABIOPALATOSCHISI

Alghero 15 giugno ´13 - Anche una portaerei può far ritrovare il sorriso ai bambini. Specie se ha due sale operatorie per curare le malformazioni orali e la labiopalatoschisi. Accade al porto militare di Taranto dov´è di stanza l´attrezzatissima portaerei Cavour. E prima ancora è accaduto a Port au Prince nel 2010, a beneficio dei bambini di Haiti, dopo il terremoto devastante. L´idea di unire le forze con la Marina Militare italiana nasce dall´iniziativa di Operation Smile Italia, organizzazione senza scopo di lucro gemmata nel 2000 dalla fondazione Usa Operation Smile, e guidata da sei anni da Santo Versace. E coinvolge sempre più il mondo del dentale.

Ad Alghero, Operation Smile Italia ha concluso un accordo con i dentisti dell´Associazione Italiana Odontoiatri, che affiancheranno nei prossimi mesi gli oltre 100 "volontari del sorriso" nella lotta alla labiopalatoschisi. Tra i vari appuntamenti in agenda, ci sono anche gli interventi in programma a luglio a Taranto sulla portaerei Cavour nell´ambito dell´operazione "un Mare di Sorrisi" . Sulla nave della Marina - dotata di due sale operatorie, tac, ortopantomografo, 12 posti di terapia intensiva e 24 di degenza - a maggio sono stati operati gratuitamente dal team della Fondazione tre bambini con labiopalatoschisi e malformazioni oro mandibolari. Altri interventi saranno praticati a luglio.

«A Taranto è stato replicato il modello d´intervento con nave-ospedale che ad Haiti aveva offerto cure a 34 bambini vittime per lo più di traumi facciali», racconta Raniero Orsini, chirurgo maxillofacciale e volontario di Operation Smile Italia. «Sulla Cavour, la sinergia tra la Marina Militare e la Fondazione attiva un centro medico-chirurgico altamente attrezzato e tecnologicamente avanzato, altrimenti sottoutilizzato, e lo mette a disposizione della popolazione civile. Inoltre consente di erogare prestazioni sanitarie - gratuite per i beneficiari - a costi di produzione contenuti, assicurando un´elevata qualità. Infine, produce una rete di sinergie mutidisciplinari con gli specialisti del territorio».

Operation Smile è una Fondazione attiva in tutto il mondo, nata nel 1982 per iniziativa del medico statunitense Bill Magee. Ogni anno nascono 115 mila bambini affetti da labiopalatoschisi nei paesi in cui è presente Operation Smile. Il trattamento inizia alla nascita e termina a fine crescita, e in questo lasso di tempo un team multidisciplinare deve farsi carico dei pazienti. L´odontoiatra/ortodontista gioca un ruolo molto importante.

Mauro Miserendino