Comunicati stampa

25/10/2017

ODONTOTECNICI, CASSATO EMENDAMENTO RONDINI SU PROFILO SANITARIO. AIO: “VIGILARE CONTRO CONFUSIONE”


«Una proposta discutibile, che implicitamente avrebbe dischiuso all’Odontotecnico la possibilità di impostare una terapia dentale e collaborare all’atto clinico. Laddove gli Odontotecnici non effettuano terapie ma realizzano artigianalmente ausili terapeutici nel quadro della terapia prescritta da un Odontoiatra. Bene averla messa da parte, ma occorre continuare a vigilare contro misure che possono creare più confusione che progresso». Il presidente di Associazione Italiana Odontoiatri Fausto Fiorile commenta la misura presentata da Marco Rondini (Lega Nord) che inseriva l’odontotecnico tra le professioni sanitarie, con albo da tenersi presso l’ordine dei tecnici sanitari di radiologia, e la sua bocciatura. L’emendamento 7.011 al disegno di legge Lorenzin è stato cassato da un parere negativo del rappresentante del governo. Il testo che, approvato oggi alla Camera, riforma gli ordini sanitari e i loro meccanismi elettivi, prosegue ora il suo esame in Senato. 


Per Pierluigi Delogu rappresentante AIO al Consiglio Europeo dei Dentisti anche l’Unione Europea è molto cauta nel considerare l’odontotecnico figura sanitaria. «Chi volesse accampare radici europee alla proposta di attivare un profilo sanitario di Odontotecnico non trova appigli nel diritto comunitario dopo la sentenza della Corte di Giustizia Ue che ha negato a un clinical dental technologist diplomato in Gran Bretagna di esercitare a Malta, paese dove odontotecnici “clinici” non esistono, come da noi. La Corte ha affermato infatti che in nome della tutela della salute gli stati membri possono legiferare diversamente tra loro derogando anche a orientamenti comunitari di massima». 


Informazioni e contatti: Ufficio Stampa Associazione Italiana Odontoiatri - AIO - tel 3292223136