Notizie dalle Sedi

15/04/2014

MIGLIANO (AIO ROMA): LA DELIBERA ELOGIATA DA CAO ROMA NULLA CAMBIA, NON SERVE AUTORIZZAZIONE PER GLI STUDI DENTISTICI


 


Con il recente decreto n 95/2014, il Governatore Nicola Zingaretti è intervenuto sul capitolo delle richieste di autorizzazione alla realizzazione di nuove strutture sanitarie e socio- sanitarie e all’ampliamento, trasformazione e trasferimento di quelle esistenti. Ora l’eventuale parere negativo da parte delle Regione –scrive l’Ordine dei Medici di Roma sul sito- va motivato unicamente sulla base di una valutazione attuale che evidenzi la “non corrispondenza della realizzazione della struttura sanitaria con l’esigenza di tutela della salute in quell’ambito”.


Stupore esprime Giovanni Migliano Presidente Aio Roma soprattutto nei confronti del presidente Cao Brunello Pollifrone. «Non vedo quale “obiettivo importantissimo” studi e ambulatori odontoiatrici possano aver raggiunto tramite un atto che non li riguarda. Il decreto – spiega Migliano che ha scritto una lettera aperta a Pollifrone - dovrebbe attenere alle strutture soggette alla realizzazione e all’esercizio (comma 1 dell’articolo 4 della legge regionale 4/2003): ambulatori specialistici che erogano prestazioni di ricovero o day hospital oltre alle terme e alle strutture residenziali e semiresideziali e non agli studi dentistici di cui al comma 2 dello stesso articolo che impone la sola autorizzazione all’esercizio, la quale è comunque opinabile». «Pare inoltre –prosegue Migliano-che la Regione abbia solo inteso demandare alle Asl l'onere delle proprie competenze di verifica di realizzazione di strutture, non modificando de facto gli oneri burocratici. È prevedibile che questa decisione sarà foriera di altri ricorsi dal momento che anche le nuove competenze demandate alle ASL saranno soggette alle già evidenti e inique difformità di parere tra le stesse. Questo sarebbe motivo di soddisfazione?».