Chia 2017

12/12/2016

MAGHI DEL COLORE ITALIANI E DEL DIGITALE BRASILIANI, LA SFIDA ESTETICA DI CHIA E’ GIA’ PARTITA


 


Da una parte i maghi del colore, dall’altra quelli della tecnologia, si potrebbe rappresentare così – forse un po’ semplicisticamente – la sfida tra Italia e Brasile che caratterizza il corso di estetica in programma al IX Congresso Internazionale dell’Associazione Italiana Odontoiatri, nella splendida cornice di Chia (Cagliari), dal 15 al 17 giugno 2017. Estremamente importante per i frequentatori del corso di estetica il “prodromo”, la lezione di Lorenzo Vanini in programma venerdì 16 giugno.


Teoria del colore - Libero professionista a Chiasso e già docente a Roma e Milano, titolare dell’ insegnamento "il colore in  odontoiatria ricostruttiva" al corso di Conservativa all’Università di Chieti, Vanini è anche visiting professor in Odontoiatria restauratrice estetica alle università de la Mediterranee di Marsiglia Uic di Barcellona e Vinã del Mar. Ed è coautore con Camillo D’Arcangelo del nuovo libro “estetica, funzione e postura”, sui problemi relativi all’occlusione, al distretto temporo-mandibilare e alla postura del corpo. Elaboratore con Francesco Mangani di una nuova teoria del colore, a Chia Vanini presenta la relazione “riprodurre il colore con i compositi e le ceramiche nei settori anteriori“ che parte dall’acquisizione della teoria del Colore di Munsell in Odontoiatria (anni Trenta del secolo scorso) e dei limiti riscontrati nella pratica dalla tripartizione tinta-croma-valore. In realtà – è la teoria alla base dell’intervento – nel determinare il colore in Odontoiatria bisogna considerare fattori che vanno oltre la definizione colorimetrica classica (intensivi, opalescenze, caratterizzazioni), ed altri legati all’interazione luce-smalto. La teoria delle cinque dimensioni del colore di Vanini-Mangani consente di ragionare in termini di profondità e tridimensionalità, caratteristiche uniche in ogni dente che non possono essere definite facilmente con misurazioni colorimetriche né con scale colori. Nella presentazione sarà spiegata una nuova teoria sull’interpretazione del colore e sulla riproduzione nelle ricostruzioni dirette.


Sfida Italia-Brasile - Sabato 17 giugno è in programma un confronto tra le scuole italiana e brasiliana. Lo stesso Lorenzo Vanini insieme a Francesco Mangani, autore di circa 200 pubblicazioni scientifiche in extenso e più di 80 abstract da sessioni congressuali di ricerca nel campo  dell'odontoiatria conservatrice, e docente di  Odontoiatria  Conservatrice-Restaurativa al corso di laurea di Roma “Tor Vergata”, presentano una relazione su costi-benefici nel restauro dei denti anteriori e posteriori tra biologia, funzione ed estetica. Insieme illustreranno le nuove tecnologie per l’adesione smalto-dentinale ed un aggiornamento sui materiali estetici (resine composite e ceramiche). Altro protagonista per l’Italia è Vincenzo Musella autore del libro “Moderna Odontoiatria Estetica” e componente del gruppo Style Italiano. Ideatore dei sistemi di pre-visualizzazione estetica e stratificazione inversa diretta e indiretta e fondatore di aestheticdental.eu Musella parla di "Moderna odontoiatria estetica, workflow dalla a alla z". Marco Veneziani, socio attivo della Italian Accademy of Esthetic Dentistry (IAED) e dell’ International academy for Digital Dental Medicine(IADDM), relaziona sulle “opzioni terapeutiche adesive per le riabilitazioni estetiche dei settori anteriori”, offrendo un uptodate sulle possibilità dei compositi e dei moderni adesivi smalto – dentinali in caso di importanti cambiamenti di forma degli elementi frontali, forti discromie, o consistente perdita di sostanza: tecniche che richiedono rigoroso rispetto dei protocolli e delle sequenze operative dalla preparazione alla cementazione per ottenere successo a breve e lungo termine. I brasiliani "schierano" Paulo Kano, docente del Master in implantologia, della facolta di Odontoiatria Sao Leopoldo Mandic e membro emerito della Società Brasiliana di Estetica Dentale (SBOE) e ideatore dello Skyn Concept, un nuovo modo di eseguire restauri in ceramica combinando predittività e pratica nel replicare la naturale morfologia dentale. Il metodo può essere applicato per fare faccette, corone o riabilitazioni, e oggi può giovarsi dell’uso della tecnologia CAD/CAM che permette di ottenere precisione, qualità e velocità di esecuzione riducendo contestualmente gli step di laboratorio: niente ceratura per creare il mokups né ceratura diagnostica e stop al lavoro atto a replicare manualmente la morfologia. Kano porta con sé Livio Galias Yoshinaga, co-creatore dello Skin Concept, architetto specializzato in quasi tutti i progetti high tech per dentisti e sviluppatore del video on demand per odontoiatria in internet.


Dettagli pratici – L’iscrizione al congresso ( congress.aio.it)  è, per chi appartiene ad associazioni partner dell’AIO come SIE, SIDO, SIDOC, SUMAI, AISI, Amici di Brugg, Cenacolo Odontoiatrico, SIDT, SISMO, SIOI, DDS, AIC, di 200 euro più Iva fino al 15 dicembre 2016 e 300 più Iva dopo.  Per i soci AIO invece 200 senza IVA, e dopo il 15 Dicembre, sarà’ possibile mantenere questa quota solo iscrivendosi contestualmente ad AIO nei primi due mesi del 2017. Pure per prenotare l’albergo, il consiglio è di muoversi ora, il link è: http://bit.ly/AIO2017 . L’iscrizione, sempre entro il 15 dicembre, è gratuita per gli studenti iscritti ad AISO e appartenenti ad associazioni internazionali EDSA e IADS. Tutti i simposi e seminari consentono di conseguire crediti Ecm e crediti ADA-Cerp spendibili Oltreoceano. Per ottenere vantaggi economici ulteriori consigliamo di prenotare subito il soggiorno consultando preventivamente il link http://congress.aio.it/location.php Più avanti si va più i prezzi, anche per lo spostamento verso e dalla Sardegna aumenteranno.