Notizie

18/10/2013

L'ASSOCIAZIONE ITALIANA ODONTOIATRI OTTIENE LA CERTIFICAZIONE ISO 9001 PER I CORSI ECM

La formazione targata Associazione italiana Odontoiatri è sempre di più sinonimo di crescita, cultura e qualità. Lo scorso 16 ottobre l´AIO nella sua veste di provider Ecm ha raggiunto un importante traguardo, conseguendo la certificazione UNI EN ISO 9001:2008 per la progettazione ed erogazione di eventi formativi in ambito sanitario. Questo mese si è infatti concluso l'iter di certificazione da parte dell´istituto Certiquality, durato quasi due anni e per il quale l´Associazione ha dedicato un notevole spiegamento di mezzi e risorse umane. Il Provider AIO è adesso nella condizione certificata di garantire sia a livello nazionale sia a livello internazionale, oltre alla qualità dei corsi che eroga, l'eccellenza del percorso di progettazione e accreditamento della formazione interassociativa. A fine 2013 saranno elaborate l´analisi degli indicatori di performance e l´indagine di soddisfazione.

«Questo importante traguardo, ottenuto con l'impegno e l'enorme lavoro della segreteria  AIO e del responsabile  ECM, dottor Enrico Lai, pone l'Associazione tra i provider più accreditati con una garanzia di qualità formativa - spiega il Presidente AIO Pierluigi Delogu - e avvalora la vocazione  di AIO a puntare sull'aggiornamento continuo dei colleghi; una formazione che sempre abbiamo sostenuto sin dalla nascita dell'Educazione Continua e che oggi ci fa proporre dei progetti formativi di alto significato professionale e sociale come gli "Alleati per la prevenzione", con la divulgazione delle Linee Guida Ministeriali sulla prevenzione delle patologie orali e dei traumi dentali».

C´è però una puntualizzazione da fare. «In questo momento pur positivo -ricorda Delogu - nel sistema ECM rimangono ancora dei punti da rivalutare e perfezionare che AIO rivendica con fermezza:

o Si faccia chiarezza sul registro dei crediti e su eventuali sanzioni ai professionisti;

o Si applichi un sostegno fiscale alle spese per l'aggiornamento».

Per informazioni, Ufficio Stampa Associazione Italiana Odontoiatri - AIO

Mauro Miserendino