Vademecum

17/03/2016

IMU, TASI, QUOTE DI SOCIETA’ E IRES: IL VENTO CAMBIA E SI PAGA MENO MA OCCHIO AI DATI


 


Concludiamo la nostra cavalcata invernale sulle novità fiscali della Leggedi Stabilità 2016 per il professionista con due cenni ai tributi sulla casa e all’imposizione su aziende e microaziende.


Imu e Tasi - L’Imposta municipale e la Tassa Servizi Indivisibili  da quest’anno sono abolite per le abitazioni principali non di lusso. Per quanto poi riguarda gli immobili concessi in comodato a parenti, si riduce inoltre del 50% la base imponibile. Ma attenzione! Il comodato deve essere stato ufficializzato mediante contratto registrato. Il consiglio per tuttiè, prima di sentirsi “fuori” dal novero dei contribuenti dell’imposta,controllare, tramite visura catastale, la categoria di appartenenzadell’immobile e rivolgersi al proprio Commercialista.


Società - Anche quest’anno per chi possiede quote di società, come personafisica (ad esempio dentisti con quote di centri dentali) la legge diStabilità 2016 prevede la possibilità di rivalutare le quote possedute al31/12/2015 di società. Ai fini della tassazione su tali quote quest’anno sipaga un’imposta sostitutiva dell’8% calcolata sul maggior valore delle quote determinato in base ad una perizia asseverata. La scadenza per il versamento(unica oppure prima rata di tre rate annuali) e per l’asseverazione dellaperizia è il 30 giugno 2016.


Ires - Per la riduzione dell'Ires, l’imposta sul reddito delle società (Srl,Spa) bisognerà invece attendere il prossimo anno: dal 1° gennaio 2017 èprevista la diminuzione dell’aliquota d’imposta dal 27,5 al 24 per cento.


 


A cura Studio Terzuolo Brunero & Associati