Studi di settore

09/07/2014

GUIDA ALLO STUDIO DI SETTORE DEGLI ODONTOIATRI


Come per l’anno precedente, anche per il 2013 è stato leggermente modificato lo studio di settore degli odontoiatri. Si tratta di fatto di un affinamento dello strumento studio di settore con la richiesta di informazioni più dettagliate su alcune voci indicate.

Nella presente guida sono riportati alcuni spunti relativi alla compilazione dei quadri e dei righi principali dello studio di settore WK21U.


DATI ANAGRAFICI

Oltre ai dati anagrafici personali occorre:

  • barrare le caselle qualora si sia anche:

-       lavoratori dipendenti;

-       pensionati;

-       si svolgano altre attività professionali e/o d’impresa;

  • inserire l’anno di iscrizione all’albo professionale, l’anno di inizio attività e il numero di eventuali anni di interruzione dell’attività;
  • tipologia di Reddito: “1” (cioè reddito d’impresa, ad esempio per i “Centri Dentali”) o “2” (cioè reddito di lavoro autonomo, ad esempio studi odontoiatrici “mono-professionali” e “Associazioni professionali”);
  • indicare nella sezione “Altri dati”, qualora si ricada nelle ipotesi previste (ad esempio inizio attività da parte dello stesso soggetto entro sei mesi dalla sua precedente cessazione, mera prosecuzione di attività svolte da altri, cessazione definitiva della attività), i codici da 1 a 5.

IMPRESE MULTIATTIVITA’

Questo quadro è da compilare solo da chi esercita due o più attività d’impresa non rientranti nel medesimo studio di settore, se l’importo dei ricavi dichiarati relativi a tali attività, supera il 30% dell’ammontare totale dei ricavi dichiarati.  

Clicca qui per scaricare il comunicato - leggi tutto ...