Iniziative per i cittadini

26/04/2016

GIORNATA MONDIALE 2016, AIO ANCORA PIU' VICINA AI CITTADINI


 


L’anno scorso scorrevano fotografie dalle scuole di Foggia, Napoli, Cagliari, Sassari a rappresentare lo sforzo fatto. Quest’anno abbondano le foto dei più deboli, in particolare di anziani nelle case di riposo: sono loro a rappresentare ciò che ha fatto Associazione Italiana Odontoiatri per celebrare la Giornata Mondiale della Salute Orale in Italia lo scorso 20 marzo. Nell’anno del Giubileo 2016 non poteva mancare l’assistenza ai più fragili, ferma restando l’attenzione, altissima, sui giovani, dell’evento organizzato in collaborazione con FDI (Fédération Dentaire Internationale)


Così, oltre ai gazebo in piazza, ai punti d’informazione nei centri commerciali, agli incontri di sensibilizzazione con i bambini e con i detenuti, quest’anno i dentisti hanno preso i loro strumenti e sono entrati nelle case di riposo e nelle residenze socio assistenziali per visitare gli anziani ospiti e dispensare suggerimenti di educazione sanitaria, ma anche per organizzare interventi di prevenzione gratuita. Il successo della XVI Giornata Mondiale per la Promozione della Salute Orale sta in questo filo rosso che lega l’opera delle sedi AIO: non soltanto avvicinare i cittadini in piazza ma andarli a trovare e, nel caso della Sardegna, aprire i propri studi ed offrire la visita – la “prima” o l’ennesima - gratuita simbolicamente. Rispetto all’edizione dello scorso anno va rimarcato infine il coinvolgimento maggiore del Nord e dei capoluoghi siciliani e sardi. Ecco nello specifico cosa ha prodotto AIO in Italia per la Giornata, scendendo da Nord a Sud:


In Piemonte sono stati allestiti i gazebo nel cuore di Torino e Cuneo. In Lombardia, a Pavia sono state programmate e realizzate visite in due case di riposo, una nel capoluogo, e nei centri diurni per disabili SFAD, Torchietto, Il Naviglio e Le Betulle di Pavia. Visite pure nelle case di riposo di Vigevano e in una casa famiglia per impostare un programma di prevenzione di salute orale per i giovani ospiti. In Veneto a Vicenza si è ripetuta con grande successo la giornata di formazione ai detenuti con la dottoressa Elena Bertuzzo che ha illustrato le mosse per la prevenzione a un gruppo di ospiti della casa circondariale. Altri gazebo sono stati allestiti in città.  In Friuli Venezia Giulia sono stati privilegiati i contatti con i cittadini con gazebo allestiti dalle sedi AIO a Trieste e Gorizia nelle piazze. Nel Centro Italia hanno fatto la parte del leone i centr commerciali; nel capoluogo marchigiano Ancona dentisti e cittadini si sono dati appuntamento al centro commerciale Auchan mentre in Umbria è stata “colonizzata” la colossale Ipercoop di Perugia per dispensare pillole di igiene orale ai cittadini.


Nel Lazio eventi importanti si sono tenuti a Roma e in Ciociaria. Nella capitale sono stati distribuiti in tre giorni, c’è stata una vigilia in piazza Vittorio Emanuele venerdì 18 quando la delegazione AIo guidata dal presidente di Roma Giovanni Migliano ha incontrato i cittadini insieme a Caritas per un momento di sensibilizzazione. Domenica invece all’Ospedale Gemelli nei reparti è stato allestito un vero e proprio stand dagli studenti di AISO all’ingresso del Policlinico presente la delegazione AIO Roma con lo stesso Migliano; in contemporanea a Cassino al Centro Commerciale Panorama e a Frosinone avvenivano altri contatti con i cittadini.


E veniamo al “clou” rappresentato dal Sud e isole e in particolare dai due grandi eventi in Campania: Anacapri, Capri e Castellammare di Stabia le tre location scelte. Il tema è quello già con grande successo sperimentato  a Pompei nel 2014 e sempre sull'Isola Azzurra ma anche a Napoli nel quartiere Sanità nel 2015: visite e Screening della salute orale della popolazione incontrata. Nell’isola di Capri, nel capoluogo e ad Anacapri, sono stati allestiti gazebo dove venivano effettuate gratis visite e distribuiti gadget e informazioni. Studenti dell'AISO, dal I al IV anno dei Corsi della SUN, della Fedrico II e dell'Universita di Salerno si sono coordinati con i “senior” odontoiatri per effettuare screening dello stato di salute, informazione "training" sulle più corrette pratiche di igiene orale, distribuzione di linee guida di prevenzione, distribuzione di gadget per l'igiene orale domiciliare. L'evento è stato organizzato da Flavio Naddeo con i presidenti AIO Raffaele Sodano e Pasquale Comentale  e con dentisti e personale ausiliario che hanno effettuato uno screening sulla popolazione.


In contemporanea, negli stand in piazza di Castellammare di Stabia è stata illustrata un'Applicazione informatica con un software per smartphone che aiuta a dialogare con l'odontoiatra e accede ad una serie di consigli di prevenzione mettendo in contatto paziente e dentista. In Puglia a Brindisi è stata ideata una giornata informativa e di prevenzione  negli ambulatori odontoiatrici dei distretti delle Asl 1 e 4. Una settimana di incontri all’insegna della prevenzione odontoiatrica ha fatto da corona alla giornata del 20 a Foggia dove la clinica odontoiatrica dell'università in via Rovelli 48 ha aperto i suoi incontri, anche di ricerca, al pubblico. Gazebo a Bari.


In Calabria, a Catanzaro, la delegazione AIO con la collaborazione della Croce Rossa Italiana ha allestito uno “stand” nel centro commerciale, mentre in Sicilia a Messina si è svolta una Giornata informativa con stand in piazza per sensibilizzare la cittadinanza sull'importanza della salute orale,corretto stile di vita e corretta alimentazione. A Catania AIO e gli studenti AISO hanno organizzato non una ma due giornate: sabato 19 marzo -in una piazza centrale della città – sono state effettuate visite gratuite con l'ausilio del “Camper del sorriso”, messo a disposizione dai professionisti del sorriso dentisti consorziati ed è stato allestito un gazebo per la divulgazione di materiale informativo e gadget. Domenica 20 marzo è continuata la distribuzione di materiale informativo con l'ausilio delle sezioni AIO giovani e AISO. In Sardegna per una settimana, quella successiva al “World Oral Health Day” i dentisti AIO hanno tenuto aperti gli studi per visitare gratuitamente. Domenica 20 a Cagliari Sestu alla Corte del Sole e a Sassari galleria Auchan hanno dialogato nei gazebo non solo di queste cose ma anche degli ultimi avanzamenti della ricerca. E guidati dal past president AIO Gerhard Seeberger alcuni odontoiatri si sono recati in tre case di riposo - Villa Maria a Quartu Sant’Elena e al Cristo Re di Cagliari Villa Monsignor Angioni- per effettuare visite gratuite ai pazienti. Gazebo e consigli anche a Sassari, alla Galleria Auchan


Al termine di questa cavalcata un peso forte lo assumono le parole di Seeberger, che oggi è speaker FDI: «Sette anni fa, per l’Odontoiatria si è pensato, in Italia, alle liberalizzazioni perché avrebbero abbassato i prezzi del dentista. Ma nessuno ha pensato al fatto che il paziente va informato sulle cure. E nessuno ha pensato alla prevenzione e alle categorie da salvaguardare preventivamente. Oggi possiamo dire che in particolare non si è pensato al fattore invecchiamento, al boom degli anziani non-autosufficienti. Non si è previsto ad esempio che in Sardegna 20.000 giovani diplomati o laureati sarebbero dovuti espatriare fra 2013 e 2015 lasciando i genitori soli. AIO e l’odontoiatria italiana iniziano a rimediare dove i guru dello sviluppo dell’economia, non della salute, hanno fallito».