FNOMCeO

02/10/2007

Fnomceo: un incomprensibile attacco al cuore dell'ONAOSI

Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri

COMUNICATO STAMPA



UN INCOMPRENSIBILE ATTACCO AL CUORE DELL’ONAOSI


Un incomprensibile e deleterio attacco al cuore dell’ONAOSI: questa la valutazione che il Consiglio Nazionale della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri, riunito a Caserta, dà dell’iniziativa assunta da alcune sigle sindacali della dipendenza medica, volta a eliminare l’obbligo di contribuzione all’ONAOSI per i medici, farmacisti e i veterinari dipendenti pubblici, per transitare ad un esclusivo regime di contribuzione volontaria.


Il Presidente della FNOMCEO, Amedeo Bianco, ha così commentato:

“Questo disegno, a mio giudizio, miope e ingeneroso verso il passato e il futuro di questo Ente ha ormai come obiettivo l’esistenza stessa dell’Ente, così come per oltre cent’anni l’hanno sostenuta, in modo prevalente, intere generazioni di medici dipendenti.

Spiace dover registrare queste posizioni all’interno di una categoria professionale, già così frastagliata e quindi indebolita, che dovrebbe invece considerare e valorizzare con maggiore attenzione anche altri profili di tutela, in ragione dei forti elementi di precarietà e di tardivo ingresso nella professione che la caratterizzano”.


Il Consiglio Nazionale della Fnomceo invita dunque tutti gli attori, portatori di legittimi interessi ed in rappresentanza degli stessi, a confrontarsi ed esprime l’auspicio che le soluzioni siano per un rilancio dell’Ente, e non per una sua estinzione: questo innanzitutto perché è custode di grandi valori professionali, patrimonio di tutti, quali la solidarietà, l’autonomia e la responsabilità nella organizzazione e gestione delle tutele assistenziali e previdenziali.