AIO in Tour

03/02/2015

DALL’INFORMATICA ALL’EPIDEMIOLOGIA, I PROGETTI AIO CAMPANIA DOPO IL CONGRESSO


Un’applicazione per inviare ai giovani consigli sugli stili di vita su dispositivo “mobile” e dialogare sui comportamenti alimentari, e una ricerca epidemiologica fatta da dentisti per valutare DMFT (denti danneggiati, mancanti o sostituiti) dei cittadini e loro comportamenti alimentari: sono i due progetti di prevenzione che l’Associazione Italiana Odontoiatri in Campania intende offrire entro l’anno alle istituzioni regionali. Lo afferma il presidente Pasquale Comentale, all’indomani del corso sull’Odontoiatra sentinella nelle patologie sistemiche. «L’evento formativo, all’insegna della multidisciplinarità, ha ospitato tra i relatori figure di spicco nel panorama nazionale negli ambiti della prevenzione e del trattamento di patologie sistemiche correlate all'odontoiatra, e tra i discenti hanno partecipato persino tirocinanti del triennio di Medicina Generale per iniziativa dell’Asl Napoli 3», dice Comentale. «I contenuti del corso erano all’insegna della collaborazione multi professionale tra operatori del territorio: cito gnatologi, posturologi, la Fondazione Veronesi - protagonista con AIO al World Oral Health Day dello scorso 20 marzo per aver offerto “pillole” di prevenzione oncologica sotto i gazebo – e ancora, le biologhe Paola Casulli e Carla Violano che hanno parlato di obesità, per finire con Gabriele Peperoni dell’Ordine dei Medici di Napoli e specialista ambulatoriale che ha sottolineato l’importanza di una formazione comune dei sanitari del territorio nell’affrontare la scarsa prevenzione».