Editoriali

11/11/2008

Dal monosci alla carrozzina multifunzionale: questo e altro a Designability

C'è anche un chiosco elettronico per il voto a distanza tra le invenzioni in mostra presso la sede di Pininfarina a Cambiano. Il percorso espositivo propone spazi e aree espositive organizzati per le abilità di tutti: anziani e bambini, persone con deficit visivi, motori e sensoriali. Il visitatore, aiutato da un tracciato in gomma e pvc per facilitare anche i non vedenti e gli ipovedenti, è guidato nell'itinerario attraverso le varie aree espositive


TORINO - Il monosci da neve, progettato per le Olimpiadi di Vancouver 2012, è adatto anche alle persone con disabilità agli arti inferiori; le forme e le dimensioni di Smiley, un banco di simulazione odontoiatrica rivolto alle Facoltà di Odontoiatria, è stato invece creato anche per gli studenti su carrozzina. Questi alcuni degli oggetti che verranno presentati alla mostra Designability, a Cambiano dal 15 al 16 novembre. Oggetti di design, di uso quotidiano e per le esigenze di tutti: anche e soprattutto per le persone con disabilità.


Un sistema modulare per ufficio, studiato per agevolare il movimento di coloro che ci lavorano, è un'isola centrale attorno alla quale l'uomo, con i suoi strumenti di lavoro o con la sua carrozzina possa spostarsi in maniera agevole. E ancora: un casco chiamato C.H.I. (Computer Hand-Free Interface), basato su una tecnologia elettro-ottica che permette di emulare perfettamente tutte le funzioni classiche del mouse; il cursore segue i movimenti della testa di chi lo utilizza, rendendo così possibile l'uso del computer anche per chi non è in grado di utilizzare le mani; il tutto grazie ad un emettitore di raggi infrarossi sopra il monitor e da un sensore solidale con la testa dell'utilizzatore.


Be Free: questo il nome della carrozzina multifunzionale creata da un giovane designer e imprenditore, egli stesso in carrozzina; alla luce della propria esperienza personale e professionale ha saputo reinterpretare le esigenze delle persone disabili. Una carrozzina che in pochi gesti si trasforma e si adatta ad ogni necessità, si ripiega fino a stare in uno zaino e consente di praticare sport e percorrere diversi tipi di terreno. E poi: il chiosco elettronico per il voto a distanza, per cui l'accessibilità al voto è garantita da un sistema essenziale e da un design ergonomico: persone con disabilità fisiche o visive possono così votare senza assistenza esterna.


Il percorso espositivo di DisegnAbility, studiato dal Dipartimento Ingegneria dei Sistemi Edilizi e Territoriali del Politecnico di Torino, propone spazi e aree espositive organizzati per le abilità di tutti: anziani e bambini, persone con deficit visivi, motori e sensoriali. Il visitatore, aiutato da un tracciato in gomma e pvc per facilitare anche i non vedenti e gli ipovedenti, è guidato nell'itinerario attraverso le varie aree espositive. Oggetti, attrezzature e ambienti sono fruibili autonomamente da parte di utenti con esigenze e abilità diversificate. Per i non vedenti è prevista anche una mappa tattile dello spazio espositivo e, in alcuni casi (come per la Torcia Olimpica di Torino 2006), la possibilità di toccare l'oggetto esposto.


Infine, il catalogo "DESIGNABILITY", realizzato da Pininfarina Extra in collaborazione con il Politecnico di Torino e la Tactile Vision onlus. E' un libro tattile: disegni, immagini, testi, colori e impaginazione vogliono fornire a livelli differenti nozioni di base comprensibili a tutti. Al testo tradizionale si sovrappone il testo in Braille; al testo scritto si affianca la rappresentazione degli oggetti della mostra: da una parte il disegno - piano ed in rilievo - che, seguendo le regole delle proiezioni ortogonali, raffigura l'idea di progetto in modo comprensibile per chi deve costruirsi un'immagine mentale. A fianco, la foto dell'oggetto, ed una traduzione delle sue linee principali in un disegno tattile. (Rosa Ferrato)