Caricamento Eventi

Luogo

PALAZZO DE CANDIA
VIA GENOVESI
CAGLIARI, Italy
+ Google Maps

Organizzatore

AIO CAGLIARI
Telefono:
+39 070652465
Email:
aiosardegna@aio.it
8 Crediti ECM

ABSTRACT

LE APPARECCHIATURE PREAGGIUSTATE:
a.    Breve definizione di low friction e no low friction
b.    Cenni generali storici e non sulle similitudini nel preset fra Ricketts, Hilgers e Damon-Q. Differenze con i preset di Andrews, Roth MBT e Roth Supertorque.
c.    Caratteristiche tecniche di base del bracket: il torque in base e l’espressione del terzo ordine su slot 022×028 e su slot 018×025 (percentuale di espressione)
d.    Preset dell’apparecchiatura: customizzazione vera Insignia; possibilità di modulazione della customizzazione attraverso rotazione 180? o traslazione sotto-sopra dei bracket presenti nel nostro assortimento base qualsiasi esso sia.
e.    Definizione di customizzazione spinta informata. I nostri dieci preset: il libro-manuale
f.    Definizione della biomeccanica delle customizzazioni. Progress clinici di agenesia mono e bilaterale + film. (film 14 24 con tq – dopo drep)
g.    Miniserie: come minimizzare la perdita di ancoraggio frontale inferiore:
Placca inf con elastici di classe 2
La biomeccanica di Enterprise assimilata alla placca associata agli elastici di classe 2.
Esamina le prescrizioni dei frontali inf nella perdita di ancoraggio di tipo C (quando facciamo la transizione da tq + a tq -) cerchiamo di essere pi? chiari nella definizione dei vari pre-set caratteristici delle varie fasi con elastici di classe 2 e con cantilever ed elastici di classe 2
Nel D-Rep Come organizziamo la transizione tra placca e bracket inferiori ?
Come fare la transizione tra tq ? e tq+ superiore nel post D-Rep ?

Per il DREP
1.    Inquadramento diagnostico della classi 2 con aiutino dei 100 crani e film Andrea
2.    Seguire il flusso libro manuale
3.    Definizione dell’ancoraggio (placca inferiore + elastici di classe 2)
4.    Aiutino d’ancoraggio scheletrico (Alessandra Marongiu, Sonia) prototipi con viti centro palato (Zorco Marco, Piras Maria Paola, Sirigu Alice,..)
5.    Ancoraggio intrarcata tipo d-gainer con jig superiore.
Definiamo:
a)    Il momento in cui applicare un numero selezionato di bracket superiori rovesci ( con il torque negativo ) e quali. ( Le GEOMETRIE di Burstone )
b)    PerchÈ metterli negativi e associati a jig pi? elastici di classe 2?
c)    Quando il torque negativo superiore non serve pi? e lo sostituiamo col torque positivo?
d)    Come controllare gli eccessi di torque negativo (toc) e come fare il de-torque dell’arco?
e)    Inseriamo bene il film dell’effetto D-gainer e transizione verso il torque positivo finale.
f)    Importanza nel ricercare l’apertura del morso durante la distalizzazione mediante l’utilizzo di rialzi anteriori, su centrali,laterali o canini ( in funzione della entit‡ dell’OVJ ) e poi del mantenimento della distalizzazione con biteplane.
PROGRAMMA

9.30 PREMESSA: IL POSTER, IL “MANUALE”, IL “CENACOLO” E ORTOSTUDIO.
APPARECCHI SW: HILGERS, DAMON, CUSTOMIZZAZIONI CON QUALSIASI SERIE DI BRACKET 0.022×0.028. “INSIGNIA”.
10.00 “QUANDO INIZIARE” IL TIMING DEGLI INTERVENTI.
–     MANDIBOLE MINUTE
–     MORSI APERTI
–     CROSS BITE
–     CROSS BITE ANTERIORE
–     AFFOLLAMENTO DEI LATERALI SUPERIORI
–     VARI DISPOSITIVI ORIGINALI FINALIZZATI ALLE CORREZIONI VERTICALI NEI DEEP E NEGLI OPEN.
–     TERZE CLASSI : REP, DELAIRE, M-GAINER.
–     AFFOLLAMENTO ATTUALE E AFFOLLAMENTO “FUTURO” (4EX IN SERIE, 2EX IN SERIE)
11.30 INTRODUZIONE ALLA BIOMECCANICA NELLO STRAIGHT-WIRE (forza biologica ottimale, RAPP. M/F, 4T, CANTILEVER,)
–     CASO NON ESTRATTIVO
–     CASO ESTRATTIVO
–     CASO AGENESIE: APERTURA SPAZIO 12\22 CASO AGENESIA CHIUSURA SPAZI
–     CASO CANINO INCLUSO VESTIBOLARE:
–     CASO CANINO INCLUSO PALATINO
–     CASO CANINI ECTOPICI: cenni alle tecniche chirurgiche pi? efficaci.
–     D:D:D: DISCREPANZA DENTO DENTALE: BOLTON E BOLTON-NON BOLTON
13.00       break, light lunch
14.30 SECONDE CLASSI ( INQUADRAMENTO CLASSICO )
–     D-REP: LA SISTEMATICA DEI TRATTAMENTI DISTALIZZANTI ( IL MANUALE )
–     D-REP COME PREPARAZIONE DI ANCORAGGIO PER LE 4 ESTRAZIONI IN CLASSE 2
16.00                                                                              LA VERTICALIT¿:
– IMPARIAMO A EFFETTUARE LA CORRETTA DIAGNOSI DIFFERENZIALE NELLE ALTERAZIONI DEL PATTERN VERTICALE ANTERIORE:
– L’IMPORTANZA, LA FUNZIONE E LA CLASSIFICAZIONE DEI RIALZI NEI DEEP E NEGLI OPEN.
MEZZI TERAPEUTICI DI CONSUETO UTILIZZO E LORO MECCANISMO DI AZIONE : DIFFERENZE BIOMECCANICHE FRA VARI SISTEMI
-AZIONE DEGLI ARCHI REVERSE CURVE NELLA CORREZIONE DELL’OVB
-INTRUSIONE SEGMENTATA SUPERIORE ED INFERIORE: UNO SPUNTO EFFICACE ED ORIGINALE: IL BANDAGGIO SENZA BRACKET CANINI
-DEEP BITE: L’ INTRUSIONE FRONTALE SUPERIORE PATTERN SEMPLICI E GUMMY SMILE FRANCHI: IL FUNZIONAMENTO DEGLI ARCHI SEGMENTATI DI INTRUSIONE SELETTIVA PER I FRONTALI.
-DEEP BITE: IL SIGNIFICATO DELL’ESTENSIONE DEI RIALZI ANTERIORI PROPORZIONATA ALL’OVJ
-DEEP BITE: L’ASSOCIAZIONE RIALZI, BITE PLANE, PLACCA STAMPATA INFERIORE ED ELASTICI DI CLASSE 2. “IL CARRI»RE FATTO IN CASA”
-DEEP BITE: ESPOSIZIONE SUP. INSUFFICIENTE: L’INTRUSIONE DEI FRONTALI INFERIORI ASSOCIATA A ESTRUSIONE MOLARE E FRONTALE SUP.
IL MORSO APERTO
-OPEN BITE: IL SIGNIFICATO DI POSIZIONE ED ENTITA’ DEI RIALZI POSTERIORI ASSOCIATI AI DISPOSITIVI PREFORMATI.
-LA DISFUNZIONE LINGUALE; LABBRA INCOMPETENTI: LA TMF, I GOMMONI, IL FROGGY MOUTH E LA MENTOPLASTICA PRECOCE
-OPEN BITE: IL SIGNIFICATO DI POSIZIONE ED ENTITA’ DEI RIALZI POSTERIORI ASSOCIATI AD ELASTICI DI CL 3 O CL 2
-OPEN BITE: IL SIGNIFICATO DI POSIZIONE ED ENTITA’ DEI RIALZI POSTERIORI ASSOCIATI A FISSA CON ESTRAZIONI DI PREMOLARI
17.30       DOMANDE
DOTTOR TOXIRI

Laurea in Medicina e Chirurgia nell’anno1982 presso l’Università di Cagliari
con votazione 110/110, Specializzazione in Ortognatodonzia nell’anno1985 presso la Medesima Università con votazione 70/70 e lode, Socio Straordinario della S.I.D.O.dall’anno 1983
Dal 1982 pratica in via esclusiva l’Ortodonzia con attività private nelle sedi di Nuoro e Cagliari. Perfezionato presso l’Universit‡ di Parma in “Ortodonzia pre e post-chirurgica”nell’anno 1996. Perfezionato presso l’Istituto di Odontostomatologia dell’Universit‡ di Palermo frequentando il corso universitario di perfezionamento in ” Occlusione e Postura in chiave Kinesiologica ” di durata biennale, dal 1999 al 2000. Incarico di Consulente di ortodonzia pre e post-chirurgia presso il Reparto di Chirurgia Maxillo Facciale, Azienda Ospedaliera Brotzu: dal 2000 al 2017
Tecnica Straight-wire (Tecnica M.B.T.) secondo i Dott. Bennet & Mc.Laughlin. Dal 1989 partecipa a tutti gli aggiornamenti tenuti in Italia dagli ideatori della MBT
Autore di pubblicazioni scientifiche:
Massaiu-Toxiri “Scomparsa di sintomi”accessori”durante il trattamento delle disfunzioni dell’ATM ” nel numero 4 del 1998 del Dentista Moderno
Massaiu-Toxiri “Il Mantenimento della posizione occlusale nei DCCM,risoluzione dei casi complessi mediante la costruzione della Controplacca notturna” sul Bollettino di Informazioni Ortodontiche Leone dell’ottobre 2001

Formato alla Kinesiologia Medica Odontoiatrica secondo il Prof. G.M.Esposito dal 1991
Formato in neurokinesiologia e manipolaizoni vertebrali dal Prof. RenË Bourdiol.1994-1996
Formato in gnatologia clinica dal Dott. Edoardo Bernkopf nel trattamento delle Disfunzioni Cranio Mandibolari,
Relatore a congressi nazionali in Ortodonzia, Gnatologia, e Ortopedia-Postura. REALIZZATORE in veste di Consulente Scientifico di un Software ( ORTOSTUDIO ) che offre la possibilit‡ di eseguire in modo semplice e completo: CEFALOMETRIA ORTODONTICA, ANALISI GUIDATA, ANALISI DELLO SPAZIO, di OVJ E OVB. Attualmente in commercio in campo Nazionale.

Maggiori informazioni sull'evento

Utilizza il form sottostante per richiedere maggiori dettagli all'organizzatore del corso.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.






Dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso l’informativa sulla privacy ai sensi del Reg. UE 2016/679 (Art. 13) e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali *

Esprimo in modo consapevole e libero il consenso al trattamento per le seguenti finalità:

Finalità 3.1
Do il consensoNego il consenso
Finalità 3.2
Do il consensoNego il consenso
Finalità 3.3
Do il consensoNego il consenso