Notizie

07/05/2013

"Alleati della prevenzione" parte da Cagliari la campagna di formazione AIO

Promozione della salute orale e prevenzione a tutto campo nell'età evolutiva e nell'età adulta sono i temi al centro del programma di formazione nazionale per odontoiatri curato da AIO. Il programma, che ha appunto per titolo "Gli alleati della prevenzione", è ispirato alle linee guida del ministero della Salute approvate a fine 2012, ed è stato presentato il 4 maggio in anteprima all'Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Cagliari, dal Presidente AIO Pierluigi Delogu e dai relatori Dott. Roberto Falconi e Dott. Andrea Monni.

Un particolare ringraziamento alla Oral B che ha supportato l´evento, insieme alla presentazione delle novità in campo di igiene della Dott.ssa Flavia Addari.

Il corso preceduto da una comunicazione concernente il DVR, ha ottenuto un grande successo come partecipazione e come valore della giornata, sintetizzata a latere da una conferenza stampa, patrocinata dal Ministero della Salute, che ha visto lo stesso Presidente Delogu, insieme al Presidente AIO Cagliari - Oristano Dott. Luca Pilia, al Presidente della Commissione Odontoiatri di Cagliari Dott. Gerhard Seeberger, presentare ai media intervenuti obiettivi e concetti che l´associazione sta portando avanti da parecchi anni.

L´evento ha enfatizzato il ruolo della prevenzione odontoiatrica nel garantire il benessere complessivo della persona. Per questo motivo sono state esposte analiticamente le linee guida licenziate dal Ministero della Salute su vari argomenti tra cui:

- la promozione della salute orale e la prevenzione delle patologie orali in età evolutiva;

- la promozione della salute orale e la prevenzione delle patologie orali in età adulta;

- la prevenzione e la gestione clinica dei traumi dentali negli individui in età evolutiva.

Lo stato di salute dell´apparato orale, infatti, è un indicatore che l'odontoiatra deve saper interpretare, guidando il paziente verso stili di vita più corretti eventualmente indirizzandolo da uno specialista di altre discipline. Cattiva alimentazione, fumo, abuso di alcool e una scorretta idratazione sono solo alcuni dei fattori di rischio che accomunano le malattie del cavo orale alle principali categorie di malattie croniche.

Insieme alle Linee guida e´ stata presentata la Carta della Salute voluta dall´Associazione Italiana Odontoiatri.

La carta quantifica il rischio di ammalarsi di diabete, di cuore o di ictus, valutazione affidata oggi esclusivamente alla medicina di base.

Ideatore il Dott. Gerhard Konrad Seeberger, già presidente dell´Associazione Italiana Odontoiatri, attuale consigliere Mondiale FDI.

La scheda, sarà distribuita su carta in Italia, primo paese a diffonderla a partire da questo mese. Se ne occuperanno per ora gli oltre 7mila dentisti associati ad Aio, associazione provider di formazione e sindacato odontoiatrico nazionale: loro compito sarà scoprire, segnalare, valutare e, per la propria parte di competenza, prendere in cura le patologie orali.

Sul retro, il mini-questionario entra nel dettaglio degli stili di vita, valutando con domande a triplice risposta le carenze del paziente (scarsa o nulla attività sportiva, fumo, alcol, errori alimentari).

«La carta - ha dichiarato il presidente nazionale dell'AIO Pierluigi Delogu - insieme alle linee guida ministeriali sulla prevenzione è una delle gambe su cui poggia il programma di comunicazione Aio con i pazienti per l'anno in corso. Solo facendo prevenzione a tutto tondo i pazienti odontoiatrici hanno la garanzia di curarsi meglio, non solo dal punto di vista della salute orale e dentale. Soprattutto avranno la possibilità di spendere meno».

Dott. Enrico Lai

[caption id="attachment_3151" align="alignnone" width="300" caption="I dott.ri Monni e Falconi"][/caption]

[caption id="attachment_3150" align="alignnone" width="300" caption="La conferenza stampa"][/caption]

[caption id="attachment_3152" align="alignnone" width="300" caption="La sala dell'Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Cagliari sabato 4 Maggio."][/caption]